Copertina Eva e Claretta

Descrizione

Sono nate entrambe cent'anni fa, a due giorni di distanza una dall'altra (il 18 e il 20 febbraio 1912). Sono scomparse entrambe a 33 anni di morte violenta, lo stesso mese, sempre a due giorni di distanza (il 28 e il 30 aprile 1945). Claretta Petacci e Eva Braun, poiché è di loro che ovviamente si parla, hanno vissuto vite parallele accanto a due protagonisti del Novecento, silenziose ma non ininfluenti compagne della loro parabola politica. Fu il puro destino a far sbocciare questi due tragici amori del secolo: la ventenne (e procace) Garetta incontrò per la prima volta il cinquantenne Mussolini sulla strada di Ostia (ma gli scriveva lettere appassionate già dall'età di dodici anni); la diciassettenne Eva (di una bellezza assolutamente sfuocata) conobbe il quarantenne Hitler nel negozio di un fotografo in cui faceva la commessa. Come è facile immaginare, si trattò di due rapporti molto diversi: Mussolini, è noto, era uno sciupafemmine impenitente, mentre Hitler rimane, dal punto di vista sessuale, un vero mistero. Resta il fatto che entrambe seppero vivere nell'ombra un amore così profondo da scegliere volontariamente di morire con i loro uomini. Arrigo Petacco, grande storico e grande narratore, ripercorre il rapporto fra Garetta e Benito e quello fra Eva e Adolf, mostrando come queste due donne non particolarmente affascinanti e colte seppero conquistare molto più della stima dei loro uomini, influenzandone le scelte politiche più di quanto la Storia racconti.

Ascolta

Per poter ascoltare questo audiolibro devi essere registrato. Accedi o registrati.