Copertina Pietra di pazienza

Descrizione

Syngué Sabour è la pietra nera, la pietra della pazienza, quella pietra magica che nella mitologia persiana assorbe e conserva tutta la disperazione di chi gliela confida e che quando esploderà sarà l'Apocalisse. L'uomo, ferito durante uno scontro tra fazioni diverse in Afganisthan, è inerme nel letto ed è la personale Syngué Sabour della donna che lo sta vegliando e allo stesso tempo gli parla senza mai fermarsi: è una moglie che si libera finalmente delle oppressioni coniugali, religiose e sociali che la schiacciano. Dapprima lo rimprovera, a tratti con rabbia e a tratti con dolcezza, per aver preferito armi e guerra a lei e ai figli, per averla lasciata sola. Poi, in un crescendo che prepara la catastrofe, gli confessa tutto, piccole furbizie quotidiane e grandi colpe. Gli svela di averlo ingannato già la prima notte di nozze: il sangue raccolto nel lenzuolo non era verginale ma mestruale; eppure lei era veramente vergine, ma temeva che il sangue versato fosse insufficiente e di essere ripudiata. Mentre fuori impazza la guerra, gli elenca tutti i tradimenti perpetrati per avere quei figli che proprio lui non poteva avere. Una nuova piccola grande bugia per non essere ripudiata con ignominia. Ma a quest'ultima rivelazione l'uomo si sveglia ed esplode come la Syngué Sabour.

Ascolta

Per poter ascoltare questo audiolibro devi essere registrato. Accedi o registrati.