Copertina L’educazione (im)possibile

Descrizione

I bambini avrebbero bisogno di un'unica figura che si occupi di loro: la madre. L'aumento delle figure di riferimento - necessario, per molte ragioni, nella nostra società - crea un disaccordo educativo, ed è la vera causa della loro inquietudine e disobbedienza. È questa la tesi sostenuta da Vittorino Andreoli in questo libro breve e lucido sui problemi (e i disastri) dell'educazione, e sulle strategie possibili per porvi rimedio. È una tesi fondata sulla sua profonda esperienza di terapeuta e di osservatore della nostra società. Cosa dovrebbero fare, allora, i genitori per far crescere meglio i loro figli? Dovrebbero trovare un punto d'unione con tutte le figure che li affiancano: i nonni, le babysitter, le insegnanti dei nidi e delle scuole per l'infanzia. Solo attraverso una comunicazione profonda e fertile con loro sarà possibile evitare, per il bene dei bambini, la moltiplicazione degli stili educativi.

Ascolta

Per poter ascoltare questo audiolibro devi essere registrato. Accedi o registrati.