Copertina L’ufficiale e la spia

Descrizione

In una fredda mattina del gennaio 1895 nel centro di Parigi Georges Picquart, ufficiale dell'esercito francese, assiste alla pubblica condanna e all'umiliazione inflitta al capitano Alfred Dreyfus, ebreo, accusato ingiustamente di avere passato informazioni segrete ai tedeschi, di fronte a ventimila persone che urlano: "A morte gli ebrei!". Picquart è convinto che Dreyfus sia colpevole. Questi, con un trattamento disumano, viene confinato all'isola del Diavolo, senza possibilità di difendersi e comunicare con moglie e figli. La faccenda sembra archiviata. Promosso capo del dipartimento di Statistica, copertura dell'unità di controspionaggio che aveva montato le accuse contro Dreyfus, Picquart si accorge, dopo il ritrovamento di un "petit bleu", che qualcuno sta ancora passando documenti segreti al nemico e che Dreyfus è innocente ed è stato incastrato proprio dagli uomini con cui Picquart sta lavorando. Dopo aver denunciato il fatto ai suoi superiori, l'uomo viene allontanato da Parigi e mandato in Nord Africa, ma lui non molla, finché il suo avvocato racconta tutta la storia a Émile Zola e lo scandalo viene riaperto. Il vero colpevole, Esterhazy, detto il "benefattore" viene così smascherato.

Ascolta

Per poter ascoltare questo audiolibro devi essere registrato. Accedi o registrati.