Copertina Neve a primavera

Descrizione

Seattle, 1933. Come ogni notte, Vera Ray bacia il suo bambino e gli rimbocca le coperte. E, come ogni notte, dopo essersi assicurata che lui si sia addormentato, si reca in un albergo del centro per iniziare il turno come cameriera. La mattina seguente, quando si affaccia sulla strada, Vera rimane sorpresa nel trovare il mondo ricoperto da una spessa coltre di neve. Emozionata, si precipita a casa per svegliare suo figlio e mostrargli quella meraviglia. Ma, con orrore, trova il lettino vuoto. Vera non rivedrà mai più il suo bambino e non saprà mai cosa sia successo quella notte di maggio... Seattle, oggi. L'ultima volta è stata nel lontano 1933. Una tempesta di neve a maggio è un evento rarissimo anche in una città fredda come Seattle e, per Claire Aldridge, è un'occasione unica. Per uscire dal vicolo cieco in cui si è arenata la sua vita, lei ha proprio bisogno di prendersi una pausa dallo stress del giornalismo politico, dai litigi quotidiani col caporedattore e dalle insanabili fratture del suo matrimonio, ormai appeso a un filo. Claire s'immerge così nel passato e, nel corso delle ricerche sulla nevicata avvenuta ottant'anni prima, s'imbatte nello strano - e toccante - mistero del bambino svanito nel nulla. Incuriosita, Claire comincia quindi a indagare, sino a farsi coinvolgere completamente dalla storia di Vera. Come se, in qualche modo, si sentisse obbligata a scoprire la verità. Come se il destino di quel bambino la riguardasse molto da vicino...

Ascolta

Per poter ascoltare questo audiolibro devi essere registrato. Accedi o registrati.