Copertina Democrazie, donne, futuro

Descrizione

Il volume mette in rilievo la relazione di Touraine, negli anni formativi, con la cultura francese del suo tempo, da Sartre a Braudel, da Duverger ad Aron. Inoltre, sono trattati i rapporti con la sociologia liberale e riformista di Talcott Parsons, Ralph Dahrendorf, Daniel Bell, Anthony Giddens, Seymour M. Lipset, Michel Crozier, Raymond Boudon, e quelli con la sociologia critica di Bauman, Beck, Bourdieu, Baudrillard, Morin. Sono specificati i suoi allievi eminenti, come Manuel Castells e Michel Wieviorka. Sono indicate contiguità e differenze con sociologi italiani come Franco Ferrarotti e Francesco Alberoni. Tra le varie dimensioni del sociale, c’è una quotidianità controllata, strutturata organizzata, e ci sono le discontinuità, le emergenze, le accelerazioni, i movimenti e gli antimovimenti. In Touraine, insieme ad una venatura di esistenzialismo e di romanticismo, è profondo il legame con la storia della sociologia: una disciplina che genera conoscenze, si impegna politicamente, trasforma le maniere di ragionare, ricompone l’allocazione delle risorse, produce risultati concreti e duraturi

Ascolta

Per poter ascoltare questo audiolibro devi essere registrato. Accedi o registrati.