Copertina Il destino dei Malou

Descrizione

Ma chi era veramente Eugène Malou? E qual è il vero motivo per cui si è ucciso? Quando, in un nebbioso pomeriggio di novembre, Eugène Malou si spara un colpo di pistola davanti alla casa del conte d'Estier, a cui ha invano tentato di chiedere un ennesimo prestito, tutti, nella piccola città di provincia, sanno che era un uomo rovinato. E da una virulenta campagna di stampa del quotidiano locale hanno appreso sul suo passato dettagli sordidi, inquietanti. Alla vedova e ai figli lo spericolato uomo d'affari non lascia neanche abbastanza soldi per pagare il funerale. Tensioni e rancori non tarderanno a scatenarsi, quel che rimane delle proprietà verrà messo all'asta, e ciascuno andrà per la sua strada. L'unico a restare in città sarà Alain, il minore dei figli, il quale non accetta né di andare a vivere a Parigi con sua madre (che lui sospetta di aver rifiutato di vendere i suoi gioielli per aiutare il marito), né di condividere con la sorella, una procace giovane donna che ostenta impudicamente davanti a lui la propria nudità, l'appartamentino che le ha preso in affitto il suo amante, un noto chirurgo sposato e con figli. Ad Alain toccherà un compito arduo: uscire dall'inconsapevolezza in cui ha vissuto finora, assumersi per la prima volta delle responsabilità, diventare uomo, insomma. Per farlo dovrà ricostruire un'immagine coerente dell'uomo che è stato suo padre – mettendo insieme gli sparsi tasselli della sua memoria e i racconti di quei pochi che l'hanno conosciuto davvero. Nel corso di quella che sarà una vera e propria inchiesta, e al tempo stesso un'iniziazione alla vita, il ragazzo scoprirà non solo molte verità insospettate, ma anche l'autentica ragione del suicidio di Eugène Malou. E sarà fiero di essere, come suo padre, come suo nonno, un vero Malou. Allora, e soltanto allora, potrà «trovare il suo posto nel mondo».

Ascolta

Per poter ascoltare questo audiolibro devi essere registrato. Accedi o registrati.