Copertina Le memorie personali vol.1

Descrizione

Ulysses S. Grant scrisse le sue memorie poco prima di morire, mentre era un malato terminale di cancro alla gola e in gravi difficoltà economiche per il fallimento della ditta nella quale aveva investito i suoi risparmi. Le Memoirs furono definite da Mark Twain "il lavoro più pregevole nel suo genere dai tempi dei Commentari di Giulio Cesare". Certamente tra le autobiografie dei grandi generali, quella di Grant è una delle più belle ed è, a detta di alcuni critici americani, il migliore prodotto letterario di un Presidente americano. Ulysses S. Grant era un uomo di quarant'anni che lavorava come impiegato nel negozio di pellami del padre a Galena nell'Illinois quando scoppiò la Guerra Civile e nel breve arco di tempo di tre anni raggiunse il grado di Tenente-generale, cioè generale "a tre stelle" grado mai ricoperto dai tempi di George Washington, salvando - dal punto di vista militare - l'Unione dalla Secessione confederata. Nel 1866 la nazione riconoscente gli conferì il grado di Generale dell'Esercito degli Stati Uniti, primo generale a "quattro stelle" della nazione americana. Dopo la guerra fu anche eletto Presidente degli Stati Uniti per due mandati, secondo una tradizione civile tipica degli Stati Uniti che hanno avuto molti generali per presidenti, iniziando da George Washington, e degli uomini politici per generali. Questo libro non è la storia di un successo nel senso comune del termine, né una storia prettamente militare; o meglio non è solo questo.

Ascolta

Per poter ascoltare questo audiolibro devi essere registrato. Accedi o registrati.