Copertina C’era il mare

Descrizione

Reduce dal successo del film Finché c'è prosecco c'è speranza di Antonio Padovan, con Giuseppe Battiston e Silvia D'Amico, emerso tra i migliori film italiani della scorsa stagione, in attesa del film di Gabriele Salvatores tratto da Se ti abbraccio non aver paura, con Claudio Santamaria, Diego Abatantuono e Valeria Golino, torna Fulvio Ervas con un nuovo giallo dell'ispettore Stucky. Un'ispettrice alta, ben fatta, che attira gli sguardi, e al poligono insegna alle donne a sparare: Luana Bertelli, questura di Mestre. L'abbiamo già incontrata in Buffala Bill a Venezia. Un ispettore che ora pensiamo come Giuseppe Battiston, ma che conosciamo da anni, con le sue vicine invadenti, con Landrulli, Spreafico e gli altri agenti della questura di Treviso: Stucky. Tre morti ammazzati: un ex giornalista, un ex sindacalista e un avvocato. Tutti e tre, all'epoca delle 'fabbriche tristi', attaccavano i colossi della petrolchimica a Marghera che in dialetto significa 'c'era il mare'. Vendetta? Follia? O lucido progetto criminale?

Ascolta

Per poter ascoltare questo audiolibro devi essere registrato. Accedi o registrati.