Copertina La briscola in cinque

Descrizione

"Pronto 113? Senta, le volevo dire che ho trovato il cadavere di una ragazza morta in un cassonetto, morta davvero, sono sicuro". All'alba di una mattina estiva un ragazzo sta rientrando a casa dopo una notte con gli amici. Ha bevuto molto e si ferma in una piazzola per prendere un po' d'aria. Lì, in un cassonetto, c'è il corpo di una donna. Da un bar lì vicino, già aperto a quell'ora, chiama subito la polizia che pensa però alla burla di un ubriaco. Perciò è Massimo, il padrone del BarLume, che va a dare un'occhiata. E il cadavere c'è davvero. Delle indagini si occupa un commissario disordinato e arcigno. I primi sospetti cadono su un giovane amico della vittima, drogato e spaurito e, più tardi, su un buttafuori del vicino locale notturno. Il BarLume è come il punto strategico della cittadina. I clienti fissi sono quattro vecchietti, trascorrono lì tutto il giorno a giocare a carte. Interrompono il tressette solo per la briscola in cinque, quando a loro si unisce Massimo. Lì tutti passano a prendere un caffè, a bere, giocare, parlare. E Massimo ascolta, osserva e capisce che l'assassino forse non è nessuno dei due sospettati; è un altro.

Ascolta

Per poter ascoltare questo audiolibro devi essere registrato. Accedi o registrati.