Con il termine Dislessia Evolutiva viene indicato un disturbo specifico di lettura in età evolutiva. Si utilizza questa etichetta per differenziarla dalla Dislessia acquisita, la quale si riscontra nei soggetti in seguito ad eventi traumatici (es. ictus, trauma cranico). Mentre nella Dislessia acquisita si assiste ad una perdita di competenze sviluppate normalmente in precedenza, la[…..]

Negli scorsi articoli, tra i vari approfondimenti trattati, abbiamo parlato di Disprassia e di Deficit Visivo di Origine Centrale. Oggi vogliamo portare all’attenzione un caso clinico reale dove gli audiolibri sono utilizzati da anni come supporto alla terapia tradizionale e come ausilio per l’attività scolastica con risultati più che soddisfacenti. Breve presentazione del caso L.[…..]

Addio a Luca Nicolini

In ricordo di Luca Nicolini, fondatore del Festivaletteratura di Mantova

Il Deficit Visivo di Origine Centrale (DVOC) è un disturbo della funzione visiva secondario al danno o al malfunzionamento delle vie visive retrogenicolate (radiazioni ottiche, corteccia occipitale, sistemi visivi associativi) in assenza di patologie oculari maggiori. Può includere anche un deficit del controllo oculomotorio centrale. Si tratta di uno dei disturbi visivi più frequenti che[…..]

La Disprassia è classificata all’interno dei DCD (Developmental Coordination Disorder) e quindi come un disturbo evolutivo della coordinazione motoria. Nello specifico si tratta di un disturbo permanente, congenito o acquisito precocemente, dell’esecuzione di un’azione intenzionale: il bambino si trova cioè in difficoltà nelle fasi di pianificazione, programmazione ed esecuzione di atti motori finalizzati ad uno[…..]

Il termine maculopatia include qualsiasi malattia che colpisce la macula, ovvero la porzione di tessuto posizionata al centro della retina, dietro il bulbo oculare. È di fatto la parte dell’occhio chiamata a codificare la visione dei dettagli e per questo fondamentale in azioni di messa a fuoco, come leggere e scrivere o riconoscere i volti.[…..]