Copertina La falsaria

Descrizione

La sera del 18 marzo 1990, a Boston, due uomini in uniforme da poliziotto si presentano ai due guardiani notturni dell'Isabella Stewart Gardner Museum, li legano, li imbavagliano, e rubano tredici opere d'arte per un bottino del valore di milioni di dollari. Tra i capolavori sottratti, due dipinti di Vermeer, Il concerto di Rembrandt, cinque disegni e acquerelli di Degas e una tela di Manet. Uno dei più clamorosi furti d'arte della storia. Un crimine tutt'ora irrisolto: le opere trafugate, infatti, non sono mai state recuperate e ancora oggi, alloro posto, sulle pareti del Gardner Museum sono appese delle cornici vuote. Basato esclusivamente su fatti storicamente accertati, il romanzo di Barbara Shapiro ricostruisce la vicenda di Claire Roth, una giovane e promettente artista la cui carriera è stata stroncata da uno scandalo (ha osato dichiarare che l'autrice di una celebre opera era lei e non l'artista cui era attribuita). Ridottasi a falsario, Claire non può resistere all'offerta di un trafficante d'arte che le propone di realizzare un falso a partire proprio da una delle opere di Degas trafugate durante il celebre furto del 1990. Ma mentre realizza la sua copia, Claire matura il sospetto che lo stesso capolavoro di Degas, che per oltre un secolo ha campeggiato su una parete del Gardner Museum, sia esso stesso un falso. Completamente rapita dalla sua indagine sulle vere origini del dipinto e sulla natura della relazione intercorsa tra Isabella Gardner e Degas, Claire si ritrova sempre più coinvolta in un inseguimento che la farà sprofondare in un mondo popolato da ladri, falsari e avidi collezionisti, un universo soggiogato dal mito della bellezza e dallo sfrenato desiderio che soltanto l'arte è in grado di suscitare.

Ascolta

Per poter ascoltare questo audiolibro devi essere registrato. Accedi o registrati.