Sir Arthur Conan Doyle: vita, stile, opere & Audiolibri

Considerato, a fianco di Edgar Allan Poe, il fondatore del genere giallo e di quello fantastico, Sir Arthur Conan Doyle (nome completo Sir Arthur Ignatius Conan Doyle) è stato uno scrittore e drammaturgo britannico dell’‘800 e del ‘900.

Le sue opere dedicate alla figura di Sherlock Holmes gli hanno fruttato la nomina di capostipite del giallo deduttivo, un sottogenere più specifico del giallo letterario.

Oltre a ciò si è però anche dedicato a romanzi d’avventura, di fantascienza, del soprannaturale e di carattere storico.

Il personaggio di Sherlock Holmes da lui creato è diventato negli anni un’importante figura di rilievo per il mondo cinematografico, che ne ha realizzato centinaia di trasposizioni per il grande e piccolo schermo.

Lo scrittore Sir Arthur Conan Doyle mentre fuma la sua pipa

La vita di Sir Arthur Conan Doyle

Sir Arthur Conan Doyle nacque in Scozia nel 1859 in una famiglia numerosa: fu infatti secondo di 10 figli.

Studiò inizialmente presso una scuola della sua città e proseguì poi i suoi studi presso la Hodder Preparatory School nel Lancashire. Successivamente frequentò lo Stonyhurst Jesuit College, un collegio cattolico in Austria ed infine l’Università di Edimburgo, dove si laureò nel 1881 in Medicina e Chirurgia.

La sua prima opera, “Il mistero di Sasassa Valley”, e il suo primo articolo di carattere medico risalgono proprio a questo periodo.

Nel gennaio del 1887 divenne iniziato alla Massoneria di rito scozzese e ne fu presidente per diversi anni. Ciò lo condusse verso un particolare interesse nei confronti dello spiritismo, soprattutto per quanto riguarda la ricerca del contatto con l’aldilà.

Fu assistente medico di rinomati chirurghi, dei quali in particolare dal dottor Bell trasse ispirazione per il personaggio di Sherlock Holmes, punta di diamante della sua produzione letteraria.

Doyle fu un uomo dalle forti convinzioni che combatté numerose battaglie durante la sua vita: nel 1890 avvisò tutto il mondo del pericolo della cura per la tubercolosi, nel 1902 difese il governo britannico durante la Seconda guerra boera, nel 1903 ricevette il titolo di Knight Bachelor, nel 1906 sostenne la riforma per il divorzio e nel 1914 avvertì tutti dei devastanti effetti che avrebbe causato il blocco sottomarino.

Lavorò come medico di bordo prima sulla baleniera Hope e successivamente sul battello Mayumba per la African Steam Navigation Company.

Abbandonata l’esperienza come medico di bordo, decise di aprire uno studio medico nel Southsea, un sobborgo di Porthsmouth, e si dedicò alla letteratura.

Nel 1908 fu giornalista per il Daily Mail in occasione delle Olimpiadi di Londra.

Fu in questo periodo che iniziò anche a scrivere le avventure di Sherlock Holmes. In queste opere il dottor Watson, che funge da narratore, rappresenta in un certo senso l’autore stesso.

Nonostante il ciclo di Holmes riscontrò un enorme successo tra il pubblico, Doyle non apprezzò mai a pieno questo personaggio di sua creazione e, al contrario, era più attratto da altri generi letterari rispetto al poliziesco, come l’avventura, il fantastico e la ricerca storica. Si dedicò infatti anche alla scrittura di opere in questi campi tra cui spicca la serie del “professor Challenger”, ciclo dedicato alla fantascienza prodotto dall’autore tra il 1912 e il 1919 il cui romanzo più famoso fu Il mondo perduto. Per il personaggio di Challenger si ispirò alla figura di Ernest Rutherford, chimico e fisico neozelandese padre della fisica nucleare.

Assecondando la sua propensione già manifestata per l’occulto, nel 1926 scriverà il saggio “Storia dello Spiritismo”, che tuttavia fu causa di duri attacchi da parte della Chiesa cattolica e non gli venne riconosciuto un grande merito come studioso. Per i critici si pose infatti in forte contrapposizione con il ciclo di Sherlock Holmes, in cui regnava la logica, la ragione e l’osservazione.

Arthur Conan Doyle morì nel 1930, all’età di 71 anni, a causa di un improvviso attacco cardiaco.

Sir Arthur Conan Doyle e il mondo del giallo deduttivo

La creazione del personaggio di Sherlock Holmes, il celebre detective di Baker Street, ha fatto sì che lo scrittore creasse un nuovo sottogenere letterario, quello del giallo deduttivo.

I romanzi si snodano quindi a partire dalla presenza di un delitto sul quale un investigatore indaga per scoprirne l’autore attraverso degli indizi, che spesso possono risultare fuorvianti. Accanto all’investigatore una ristretta cerchia di personaggi, che via via sono ritenuti sospettabili. Generalmente si conclude con la scoperta dell’omicidio.

Questa strutturazione permette al lettore di seguire passo passo le indagini e di raggiungere le stesse supposizioni contemporaneamente al personaggio della storia.

Sono presenti digressioni per esprimere il pensiero del protagonista con le sue deduzioni e numerosi dialoghi tra i personaggi per la raccolta di testimonianze e durante il confronto in seguito alle prove trovate.

Le opere di Sir Arthur Conan Doyle

Le opere di Arthur Conan Doyle sono davvero numerose e interessano diversi generi letterari. Tra tutte queste, in particolare, spiccano il Ciclo di Sherlock Holmes e il Ciclo del professor Challenger.

Del Ciclo di Sherlock Holmes fanno parte romanzi, volumi di racconti e commedie teatrali.  Si ricordano i titoli:

  • Uno studio in rosso (romanzo)
  • Il segno dei quattro (romanzo)
  • Il mastino dei Baskerville (romanzo)
  • La valle della paura (romanzo)
  • Le avventure di Sherlock Holmes (volume di Racconti)
  • Le memorie di Sherlock Holmes (volume di Racconti)
  • Il ritorno di Sherlock Holmes (volume di Racconti)
  • L’ultimo saluto di Sherlock Holmes (volume di Racconti)
  • Il taccuino di Sherlock Holmes (volume di Racconti)
  • La fiera per il campo (racconto)
  • Come Watson imparò il metodo (racconto)
  • L’avventura dell’uomo alto (racconto incompiuto)
  • Sherlock Holmes (commedia teatrale)
  • Il diamante della corona (commedia teatrale)
  • La banda maculata (commedia teatrale)

Del Ciclo del professor Challenger fanno parte:

  • Il mondo perduto (romanzo)
  • La nube avvelenata o La fine del mondo (acconto)
  • La terra della nebbia o Nel paese delle nebbie (romanzo)
  • La macchina disintegratrice (racconto)
  • Quando la Terra urlò (racconto)

Scrisse inoltre una grande quantità di romanzi e racconti in stile storico-avventuroso, fantastico e del mistero e medico, oltre a trattati sullo spiritismo.

Potrete trovare la lista di queste opere nel nostro catalogo, dal quale potrete accedervi in formato audiolibro.

“Sherlock Holmes” e “Il mondo perduto”: successi cinematografici firmati Sir Arthur Conan Doyle

Tantissimi registi si sono ispirati alle opere di Arthur Conan Doyle, ricavandone trasposizioni cinematografiche di enorme successo in tutto il mondo. Ciò è avvenuto in particolare per i romanzi e i racconti di Sherlock Holmes e il romanzo “Il mondo perduto”.

Tra i film ricavati dal Ciclo di Sherlock Holmes si annoverano:

  • The Return of Sherlock Holmes – film statunitense del 1929. Prima trasposizione cinematografica Sonora di un’opera di Doyle
  • Il trionfo di Sherlock Holmes – film inglese del 1935
  • Le avventure di Sherlock Holmes – film statunitense del 1939
  • Sherlock Holmes e il mastino di Baskerville – film statunitense del 1939
  • Sherlock Holmes e la voce del terrore – film statunitense del 1942
  • Sherlock Holmes di fronte alla morte – film statunitense del 1943
  • Sherlock Holmes e l’arma segreta – film statunitense del 1943
  • L’artiglio scarlatto – film statunitense del 1944
  • Sherlock Holmes e la perla della morte – film statunitense del 1944
  • Destinazione Algeri – film statunitense del 1945
  • Sherlock Holmes e la casa del terrore – film statunitense del 1945
  • Il mistero del carillon (noto anche come Sherlock Holmes e il mistero del carillon e Vestito per uccidere) – film statunitense del 1946
  • Terrore nella notte – film statunitense del 1946
  • Lo Squartatore Selvaggio – cortometraggio d’animazione della serie Looney Tunes statunitense del 1956
  • La furia dei Baskerville – film inglese del 1959
  • Sherlock Holmes: notti di terrore – film inglese del 1965
  • Il cagnaccio dei Baskervilles – film statunitense del 1978
  • Assassinio su commissione – film inglese del 1979
  • La maschera della morte – film inglese del 1984
  • Basil l’investigatopo – film d’animazione Disney statunitense del 1986
  • Sherlock Holmes – Il mistero del crocifero di sangue – film TV prodotto in collaborazione tra Regno Unito e Stati Uniti d’America del 1991
  • Scandalo in Boemia – film TV prodotto in collaborazione tra Canada e Stati Uniti del 2001
  • Il mastino dei Baskerville – film TV inglese del 2002
  • Il segno dei quattro – film TV canadese del 2001
  • Sherlock Holmes – film prodotto in collaborazione tra Regno Unito, Stati Uniti d’America e Australia del 2009
  • Sherlock Holmes e La Corona d’Inghilterra – film statunitense del 2010
  • Tom & Jerry incontrano Sherlock Holmes – film d’animazione statunitense della serie di Tom e Jerry del 2010
  • Sherlock Holmes – Gioco di ombre – film prodotto in collaborazione tra Regno Unito e Stati Uniti d’America del 2011
  • Holmes & Watson – 2 de menti al servizio della regina – film statunitense del 2018
  • Sherlock Gnomes – film d’animazione prodotto in collaborazione tra Regno Unito e Stati Uniti d’America del 2018

Basati invece sull’opera “Il mondo perduto” si hanno:

  • Il mondo perduto – film statunitense del 1925. Prima trasposizione cinematografica di quest’opera
  • Mondo perduto – film statunitense del 1960
  • Il mondo perduto – film statunitense del 1992
  • Il mondo perduto – film statunitense del 1998
  • Il mondo perduto – film TV inglese del 2001
  • L’isola dei dinosauri – film d’animazione statunitense del 2002
  • King – Il re del mondo perduto – film statunitense del 2005

Gli audiolibri di Sir Arthur Conan Doyle