Jane Austen


11/07/2017

"Vi è una ostinazione in me che non tollera di lasciarsi intimidire dalla volontà altrui. Il mio coraggio insorge a ogni tentativo di farmi paura." (Jane Austen)

 

 

Jane Austen è stata una delle scrittrici preromantiche più prolifiche del panorama letterario inglese e mondiale. Tra il 1795 e il 1799 l'autrice iniziò la stesura di quelli che diventeranno i suoi lavori più celebri: "Prime impressioni", prima bozza di "Orgoglio e pregiudizio", ed "Elinor e Marianne" che divenne "Ragione e sentimento".

 

Pur vivendo nel periodo delle guerre napoleoniche, ella non tratta mai nei suoi romanzi gli avvenimenti bellici. Con ironia e arguzia illustra i personaggi che popolano la campagna inglese e che influenzano il sogno di felicità matrimoniale delle sue eroine, le quali sono il fulcro fondamentale di ogni romanzo.

 

Nel 1816 Austen si ammalò gravemente, colpita probabilmente dalla malattia di Addison; nel 1817 la sorella Cassandra la condusse a Winchester, in cerca di una cura adeguata, ma in quella città morì e fu sepolta nella cattedrale. Ancora oggi si può vedere, poco lontano dalla cattedrale, il cottage dove visse gli ultimi tempi della sua vita e dove morì.

 

I suoi romanzi furono pubblicati anonimamente, semplicemente con indicazioni quali "by a Lady" o "by the author of Sense and Sensibility".

 

Emma


 

L'abbazia di Northanger


 

Lady Susan


 

Mansfield park


 

Orgoglio e pregiudizio


 

Persuasione